Tuttipazziperglielfazzi, un po' di magia in attesa del Natale

Tuttipazziperglielfazzi, un po' di magia in attesa del Natale

Nel 2012, quando Anita aveva 3 anni, girovagando su Pinterest ho scoperto la tradizione americana di Elf on the Shelf, legata ad un libro e a un pupazzo per bambini.


Secondo questa tradizione contemporanea, dal 1 al 25 dicembre di ogni anno, Babbo Natale invia a casa dei bambini un elfo monello che combina tanti guai durante la notte, mentre durante il giorno se ne sta fermo e tranquillo osservando il comportamento dei bambini per poi riferirlo a Babbo Natale.
L'idea mi è piaciuta subito e ho deciso di riadattarle per Anita perché trovavo abbastanza brutto il pupazzo originale e ancora più brutto il fatto che l'elfo fosse uno spione.
Fin da quando Anita era piccolissima ho cercato di farle vivere la magia del Natale, il nostro calendario dell'Avvento non contiene regali, ma esperienze e il nostro elfo doveva essere un amico, non un controllore che osserva  bambini per decidere quanti regali meritano da Babbo Natale, spostando di nuovo tutta l'attenzione sulla meta finale: i regali!

Per questo a casa nostra è arrivato un elfo molto più carino, di Maileg, si chiama Felix, ma altrettanto monello, se volete vedere le sue marachelle negli ultimi anni date un'occhiata all'hashtag #felixlelfo su Instagram.

Felix è caduto dalle scale


Poi è successo che, a partire dall'anno successivo, tante persone che hanno visto le foto che condividevo hanno iniziato a chiedermi informazioni su questo gioco dell'elfo per riproporlo a casa e così è spontaneamente nato #tuttipazziperglielfazzi. Un gioco collettivo legato ad un hashtag con il quale condividiamo le foto dei nostri elfi.
Negli anni le famiglie che ospitano gli elfi sono cresciute esponenzialmente, tanto che abbiamo dovuto stilare un piccolo vademecum per dare qualche suggerimento e fissare alcune regole minime che garantiscano il rispetto reciproco e la condivisione dell'esperienza. Se vi va di ospitare un elfo a casa, vi invitiamo a leggerle:

Se volete unirvi al nostro gioco potete ordinare il vostro elfo inviando un'email a momini.forli@gmail.com con l'indicazione dei prodotti che volete acquistare, il vostro nome, cognome, recapito telefonico e metodo di consegna preferito (ritiro in negozio o consegna con corriere).
L'elenco degli articoli disponibili è il seguente:

Questo è il modello classico che usiamo da sempre.
Alto 31 cm con il cappello
costa 26,50€
Potete scegliere se volete un maschio o una femmina, ma non è possibile scegliere l'abito.
Questo è il modello con le manine e i piedini magnetici.
Alto 26 cm con il cappello
costa 26,50€
Potete scegliere se volete un maschio o una femmina, ma non è possibile scegliere l'abito.
Questo è una new entry, anche se non è l'elfo del nostro gioco, è troppo patatone per non farvelo vedere!
Alto 28 cm
costa 29,00€
NB: a lui non vanno bene i vestiti che vi proponiamo
La valigetta in metallo e cuoio per l'elfo.
Il vostro elfazzo può usarla per contenere i suoi vestiti e pigiama oppure come contenitore per un piccolo dono da portare ai bambini quando arriva.
Misura 6 x 8 cm
costa 7,00€
Il pigiamino in cotone.
costa 19,00€
La camicia da notte in cotone.
costa 13,00€
Il completino jeans e t-shirt in cotone.
costa 19,00€
L'abito da sera con gonna in tulle,
pellicciotto ecologico e acconciatura.
costa 20,00€
La tuta da ginnastica in cotone.
costa 19,00€
La slittina in legno da decorare.
costa 4,00€


Tuttavia ricordate che la "forma" dell'elfo conta poco, ciò che davvero è importante è l'atmosfera di frizzante allegria che accompagnerà il mese di dicembre, gli scambi, le amicizie nate, i consigli e i complimenti, le levatacce per preparare gli allestimenti degli scherzi e, sopra ogni cosa, la luce negli occhi dei vostri bambini.

Un meraviglioso ricordo da regalare ai nostri bimbi, costruito giorno per giorno con il nostro amore. Fidatevi, gli elfi fanno bene!

Chi si unisce a noi quest'anno? Vogliamo un'invasione di elfi e case traboccanti di gioia e sorrisi!

*****

Qualche commento dal gruppo FB Tuttipazziperglielfazzi! alla fine dell'esperienza:

“È stata una bellissima esperienza per tutti: tanto pensare ogni giorno cosa fare, vedere la reazione di ***** e ***** e poi guardare insieme cosa facevano gli altri elfi sparsi per il mondo.E l'anno prossimo, máis e mellor: mia mamma sta pensando di partecipare con la sua classe delle elementari.”
Famiglia degli elfi Elfor e Elfar


“Ci voleva una bimba di quattro anni per aprirmi gli occhi e insegnarmi che contano soltanto le emozioni, i sorrisi e le sorprese... L'elfo è stato per me e **** un insegnamento fantastico e questo dono (un pupazzo vinto per il miglior scherzo elfico n.d.a) di **** ad un altro bimbo è l'ennesima prova di quanto io debba ancora imparare da lei! Grazie davvero non immaginate quanto sia stato bello questo avvento! Un'emozione indescrivibile! Grazie a tutte per i giochi condivisi in fondo sapevo si non essere mai cresciuta del tutto....per fortuna!”
Famiglia dell'elfo Blelfy


“Gertrud e' appena partita, E' salita su una renna mentre ***** dormiva. Oggi non ha fatto che parlare del fatto che l'Elfa le sarebbe mancata, e le sarebbero mancate le sue marachelle.
In questo mese, ***** e' cresciuta, e in questo Gertrud e' stato un buon veicolo di insegnamenti: a non essere dipendenti dalle cose materiali, che le cose cambiano lavorando assiduamente per migliorarle, che capitano i giorni no, ma che arrivano anche quelli solari, da ridere a crepapelle, che si sbaglia ma si puo' rimediare.

Noi non siamo infallibili, ma grazie a questi cuccioli d'uomo spesso ci ricordiamo che basta poco per ripartire, senza retorica e con tanta umilta'. Grazie alle elfazze!!!”
Famiglia dell'elfa Gertrud


“Mamma, io però sono un po' triste che sia già arrivato il Natale.
Perché, *****? 
(Con le lacrime agli occhi e il magone) Perché Felix se ne deve andare.

E così insegniamo anche ai nostri bimbi che non tutto é per sempre.
Ad accettare che, a volte, anche le persone più care ci possono lasciare.

Stamattina ho un po' di magone anche io, perché Felix indirettamente rende tanto felice anche me...”
La famiglia dell'elfo Felix

“Per ***** e Grullig non è stato amore a prima vista, ma malefatta dopo malefatta ed ogni tanto un regalino, se ne é innamorata!
Due giorni fa le abbiamo spiegato che per Grullig era arrivato il momento di tornarsene al Polo Nord e come per magia é sparitoooo, questa mattina per fortuna che dovevo cambiare le lenzuola, eccolo la sotto il materasso. ***** sei un fenomeno!

Buon Natale a tutti grandi e sopratutto piccini e grazie per questa meravigliosa magia!
La famiglia dell'elfo Grullig

Anche per gli elfi è difficile salutare la loro famiglia

Anche gli elfi soffrono un po' quando è ora di partire!